Boxe Capitale … 20 e 21 settembre nei cinema

Boxe Capitale … 20 e 21 settembre nei cinema

Difficile pensare a questo sport senza tuffarsi nelle immagini in bianco e nero, ritrovando il sudore della palestra in quei volti che trasudano sforzo fisico e mentale. Qui il campo è doppiamente circoscritto e abbraccia la città di Roma e i suoi interpreti; il racconto sfrutta elementi classici di genere ma si sostiene con un’originalità che si radica, si testimonia nel suo stile asciutto, autentico.

Da sempre la boxe ha affascinato le immagini in movimento, divenendo vero contenitore d’immaginario per il cinema hollywoodiano, basti pensare a figure come Rocky o semplicemente alle infatuazioni, per questo sport, di Martin Scorsese o Michael Mann. Il pugile, solitario e nervoso, diventa simbolo esistenziale, con i suoi fasci di muscoli che si muovono sul ring, le gocce di sudore versate durante gli allenamenti, la paura e l’ansia prima di affrontare l’avversario.

Lo storytelling ci immerge nella tradizione pugilistica romana e il primo dato informativo viene offerto dalla mole enorme di Primo Carnera, da quell’incontro del 22 ottobre del 1933 in cui il gigante di Sequals conquistò il titolo europeo davanti a sessantamila persone nelle viscere di Villa Borghese, di fatto a Piazza Siena. Da qui in avanti il linguaggio del documentario vive di lunghe interviste, in montaggio alternato, con i protagonisti del pugilato romano, che ci raccontano, raccontandosi, di uno sport particolare, ancor di più se fatto, vissuto a Roma. Pugili del passato e del presente si alternano davanti alla m.d.p., fanno emergere, a mò di epifania, la loro visione della boxe con la regia che li segue passo dopo passo nella loro giornata tipo. Quest’ultima, e qui è chiara la visione rigorosa, asciutta del regista Roberto Palma, è caratterizzata esclusivamente dalla boxe, da allenamenti, ricordi, malinconie, situazioni che non escono dal “ring”, viceversa restano aggrappati tra le “corde”. A legare le varie interviste c’è un filo rosso, la storia di un pugile che sta per affrontare il suo primo incontro da professionista.

Il grande merito del documentario sta nel presentare una piccola finestra sul mondo del pugilato romano, un’isola in cui gli atleti, anche i più talentuosi e riconosciuti a livello internazionale come Giovanni De Carolis o Daniele Petrucci detto “Bucetto”, sono lontani da quel mondo ideale dello sportivo moderno, quest’ultimo sempre più colluso con la ricchezza economica e con la patina virtuale. Il sudore della palestra, la battuta ironica tipicamente romana, i sacrifici, le sofferenze e i demoni da sconfiggere, in questo caso ci raccontano di uno sport che ha vissuto i suoi tempi migliori nel passato e, nel prendere coscienza di ciò, non vuole retrocedere viceversa si ostina a incassare e a reagire. Un lavoro interessante che diventa, senza essere tendenziosi nel valutarlo, anche uno spot per un movimento che soffre maledettamente i tempi moderni.

Cucchi

Sulla mia pelle … su Netflix

Tra le tante immagini che bombardano il nostro quotidiano, quel volto tumefatto e quel corpo scheletrico, senza vita, di Stefano Cucchi restano un’istantanea che, progressivamente, ha condizionato, interrogato l’opinione pubblica italiana. Una storia tragica e concentrata, un’indagine che, ancora oggi, non trova pace, come la famiglia del ragazzo romano morto il ventidue ottobre 2009 durante […]

MoliseCinema2018 cineframmenti

MoliseCinema 2018: la bellezza del percorso e delle sue declinazioni

Ora che, dopo aver abbracciato una fetta d’estate, siamo pronti a scoprire le sere d’agosto, ecco che un tema, un’immagine rimbalza nella mente: il percorso. Come sostiene la storia, il percorso è stato cangiante per importanti figure carismatiche, da Cesare e il Rubicone passando per Dante e la sua Selva Oscura, ecco che una linea, […]

C383DDAE-C736-4567-AF2D-5DD86FA9B809

Serie TV: Patrick Melrose

Nel famoso romanzo “Memorie di Adriano”, la scrittrice francese Marguerite Yourcenar immagina, mediante l’espediente della lettera, la vita di una delle figure più controverse e gloriose dell’epoca imperiale romana. Nella sua confessione, nelle pieghe del ricordo, Adriano ci racconta della sua passione amorosa per il giovinetto Antinoo, quel ragazzo che sconvolgerà lietamente la sua esistenza […]

Dogman

Dogman: il continuo scavo della m.d.p. su Marcello

Marcello è ormai stanco e forse determinato a “divorare”, nella sua testa e fisicamente, l’aguzzino di una vita. Lo capiamo in una sequenza di rara dolcezza, in un’inquadratura fissa di lui, sulla barca, in compagnia della piccola figlioletta. I due hanno appena finito di fare immersione e sono preda di un lungo abbraccio: lui ha […]

77E3A7A6-F556-4844-8162-CF4861A54C27

Loro 1 – 2: identificazione e pulsione di morte in Sorrentino

Il cinema di Paolo Sorrentino ci offre la possibilità di affondare il nostro occhio all’interno della storia d’Italia; i comportamenti e la maschera dell’Andreotti del Divo, le speranze frustrate e il lucido disincanto di Gep Gambardella, i fallimenti autodistruttivi di Tony Pisapia, le castrazioni emotive di Titta Di Girolamo sono particelle, pennellate della realtà culturale, […]

C835ACDC-F2C8-4FF8-B935-89CF4BF13B92

Maria by Callas … nei cinema

Sin dai tempi di Terenzio, il concetto di “figura”, mutuato poi dal medioevo dantesco, ha inciso fortemente sul rapporto dell’essere umano con il dato culturale. La “figura”, simile quanto diversa dall’”allegoria”, si relazione con il prossimo e lo significa, si fa riconoscere legando fenomeno storico e fenomeno simbolico, si allarga divenendo significante e significato. Qui […]

EE626806-494F-4B6B-8E96-62C10D73E5CF

Ready Player One … dal 28 marzo nei cinema

Che Spielberg sia tra i maggiori narratori per immagini in movimento, un regista con visione e rigore, con epos e drammaturgia, è cosa risaputa; in questo caso “incontra” la penna del best-seller Ernest Cline, uno scrittore formatosi con i suoi film, con quella linearità causa-effetto che pulsa entertainment. La sorte particolare dell’uomo resta il topic […]

BFF4857B-2496-4517-A9A8-12FD65BB062E

Oltre la Notte … nei cinema

La storia dell’umanità ha attraversato varie fasi di terrore: dalla ghigliottina di Robespierre ai gulag sovietici, dal sistema religioso medievale agli attentati di matrice islamica. Qui il terrore si vive negli occhi di una donna, nel tema della perdita in gioco tra un quadro simmetrico e una coinvolgente macchina a mano. Amburgo. Katja perde in […]

0B7C926C-1051-459C-BB4F-F65999799AAB

Ore 15:17 Attacco al treno … nei cinema

Trattiamo di una storia realmente accaduta, di un attentato sventato grazie alla prontezza di tre ragazzi americani, in quel momento in viaggio per l’Europa. Il tutto avrebbe potuto avere una diversa profondità, in termini di storytelling e linguaggio. Solo in America direbbe il Duke di Rocky V, solo che in quel caso muscolarità, patriottismo e […]